NUOVO INCONTRO DEL PARTENARIATO SPAI AREE INTERNE

In discussione la graduatoria provvisoria del Bando Leader PSR Basilicata che vede l’ex aequo tra le due candidature nell’area del Potentino Marmo Melandro

Risultato di parità. Questo è quanto è scaturito dalla valutazione della Commissione giudicatrice delle proposte candidate sull’avviso pubblico della Regione Basilicata per l’area del Potentino-Marmo Melandro.

L’esito del risultato della gara determina una situazione inedita, che il partenariato SPAI – Sviluppo Partecipativo Aree Interne “Antica Lucania” ha discusso nel corso di un incontro tra i rappresentanti della numerosa compagine di Associazioni che hanno dato vita al progetto di sviluppo per l’attuazione del programma Leader 2014-2020 nei Comuni dell’area centro-nord occidentale della Basilicata, la stessa, più o meno, su cui è stata candidata anche la proposta presentata dal vecchio Gal Basento Camastra.

Oltre alla soddisfazione per il risultato conseguito, che rappresenta il riconoscimento della bontà della propria iniziativa, basata sul protagonismo delle associazioni, delle Pro Loco, degli operatori e delle popolazioni locali, il Partenariato Spai ha riconfermato l’intento di proseguire nell’impegno per la costruzione del “Forum Permanente dei Territori”, con l’intento di rafforzare significativamente i processi di partecipazione, di condivisione e di costruzione “dal basso”, delle scelte che riguardano lo sviluppo delle diverse aree della regione.

Per quanto riguarda la situazione specifica del bando Leader, il Partenariato, ha richiesto alla Regione l’accesso agli atti per verificare la corrispondenza dei punteggi assegnati alle due candidature dichiarando, altresì, la propria disponibilità verso una eventuale proposta di sintesi delle strategie in ex aequo, nel pieno rispetto del principio di parità e di non discriminazione di nessuna delle proposte.

Il programma Leader – ha affermato il portavoce del Partenariato, Nicola Manfredelli - rappresenta una importante occasione per affermare il principio della sussidiarietà posto a base da parte dell’Unione europea per l’attuazione dei programmi di sviluppo locale, per cui sarà compito specifico della Regione Basilicata adoperarsi per guidare ed orientare i percorsi progettuali e di governance, necessari per costruire una strategia di crescita intelligente, sostenibile, inclusiva, evitando l’insorgere di situazioni di conflittualità e di contrapposizioni che sarebbero di ostacolo al perseguimento degli obiettivi e delle finalità previste dal programma comunitario.